Cimitero Monumentale Vantiniano

Via Milano, 17, Brescia, BS, Italia (0)

«All’ombra de’ cipressi e dentro l’urne»

L'Editto napoleonico di Saint Cloud, del 1804, e il Carme foscoliano Dei Sepolcri, edito a Brescia nel 1807:
queste le principali coordinate socioculturali entro le quali collocare la nascita del Vantiniano, il primo cimitero monumentale d'Italia.
Progettato in sostituzione di un campo santo risalente al 1808, venne realizzato a più riprese dall'architetto Rodolfo Vantini (1792-1856).

Vero e proprio museo en plein air, passeggiando per i suoi viali si ritrovano scorci che sembrano essere la traduzione architettonica delle suggestioni dei versi di Foscolo; osservando le statue che decorano le sepolture è possibile cogliere l'evoluzione del gusto e della scultura dal Neoclassicismo alla contemporaneità.

Al termine di un viale di cipressi secolari sorge la Chiesa di S. Michele; la posa della prima pietra di questo sacello, considerata come data di fondazione dell'intero cimitero, avvenne il 9 novembre 1815.
L'edificio, realizzato come il resto del complesso in marmo di Botticino, è costituito da un volume cilindrico su cui s'innesta un tempio prostilo, tetrastilo, con colonne doriche. All'interno, l'ambiente con cupola è decorato da una statua raffigurante l'arcangelo Michele; lungo la parete sono alloggiati tredici busti di Santi bresciani: curiosamente i loro volti riprendono quelli di persone care al Vantini.
La torre del Faro, fulcro compositivo del cimitero e luogo di sepoltura dell'architetto stesso, venne realizzata a partire dal 1846; la cella custodisce una statua che lo ritrae.
Fra le sepolture illustri si segnala quella di Giuseppe Zanardelli (1826-1903), il famoso statista bresciano che, dal 1881, fu per tre volte ministro di Grazia e Giustizia, per tre volte Presidente della Camera dei Deputati e, dal 1901, Presidente del Consiglio dei Ministri; a lui si devono il primo Codice Penale dell'Italia unita e l'abolizione della pena di morte.
Nel mausoleo di famiglia è visibile il gruppo scultoreo de La Famiglia realizzato da Ettore Ximenes nel 1907.

Orari di apertura

Giorno Orario
Domenica 08:30 - 12:00 , 14:30 - 18:30
Lunedì 08:30 - 12:00 , 14:30 - 18:30
Martedì 08:30 - 12:00 , 14:30 - 18:30
Mercoledì 08:30 - 12:00 , 14:30 - 18:30
Giovedì 08:30 - 12:00 , 14:30 - 18:30
Venerdì 08:30 - 12:00 , 14:30 - 18:30
Sabato 08:30 - 12:00 , 14:30 - 18:30

Telefono


Website