Tempio Capitolino

Via dei Musei, 55, Brescia, BS, Italia (0)

«Avanzi d'edificj di certissima romana età»

Così scrivevano nel 1823 Labus, Vantini e Basiletti, membri di spicco del panorama artistico-culturale bresciano, nella loro dissertazione pubblicata dall'Ateneo cittadino a commento degli scavi archeologici condotti in quegli anni in questa parte della città.

Il Tempio venne eretto nel 73 d.C. per volere dell’imperatore Vespasiano, ricordato dall'epigrafe incisa sull'architrave, probabilmente per ringraziare gli abitanti di Brixia per il supporto fornito nella battaglia contro Vitellio.

Il Capitolium, dedicato alla “triade capitolina” composta da Giove, Giunone e Minerva, era posto su di un alto podio e presentava un avancorpo esastilo corinzio in corrispondenza della cella centrale; due ali porticate chiudevano sui lati corti la terrazza templare, mentre una scalinata la connetteva al Decumanus Maximus, il cui tracciato è oggi ripreso a quota più elevata da via Dei Musei; dal Decumanus, sempre mediante una scalinata, si accedeva al piano inferiore del Foro, colonnato sui lati lunghi – a metà della piazza odierna è visibile una colonna che denota la quota originaria del sito, decisamente più bassa – e chiuso sul fondo dalla Basilica.

Nei secoli successivi a causa dell'abbandono, dello spoglio di parte del materiale lapideo, che venne reimpiegato per altri edifici, e di alcune frane del sovrastante colle Cidneo, il tempio venne occultato. Si salvò soltanto una colonna, l'unica rimasta nella sua interezza, la cui sommità sporgeva dal terreno solo per pochi metri: è principalmente da quest'evidenza che presero avvio le campagne di scavo degli anni '20 dell' '800.
Nel 1826, all'interno di un'intercapedine tra il Tempio e la roccia del colle, furono rinvenuti alcuni bronzi romani, fra i quali la splendida Vittoria Alata, conservati oggi presso il vicino Museo di Santa Giulia.

Così come l'attiguo Teatro, il Monastero di Santa Giulia e la basilica di San Salvatore, il Capitolium è inserito nel sito UNESCO “I longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)”.

Orari di apertura

Giorno Orario
Domenica 10:30 - 19:00
Lunedì Closed
Martedì 10:30 - 19:00
Mercoledì 10:30 - 19:00
Giovedì 10:30 - 19:00
Venerdì 10:30 - 19:00
Sabato 10:30 - 19:00

Telefono